Carrello

10 errori comuni nella cura dei capelli

By 14 Aprile 2020 Capelli
Capelli
Per molte persone la cura dei capelli è importante ma spesso non ci rendiamo conto di commettere degli errori comuni che alla lunga danneggiano la nostra chioma.
Vediamo quindi di scoprire insieme quali sono.

Errori da evitare quando ti prendi cura dei tuoi capelli

1) Strofinare lo stelo durante lo shampoo: questo è un errore tipico soprattutto di chi ha i capelli lunghi. Lo shampoo deve essere applicato e massaggiato sul cuoio capelluto, e non sulla lunghezza! Lo stelo del capello si lava da solo al momento del risciacquo dello shampoo, quindi non c’è bisogno di strofinare le lunghezze che da bagnate rischiano più facilmente di spezzarsi.

2) Non usare il balsamo: utilizzare un condizionante aiuta il capello a essere più facilmente districabile. Questo ci permette di pettinare con più facilità i capelli, con le dita o con un pettine a denti larghi, senza danneggiarli. Ovviamente bisognerà scegliere un balsamo adatto al proprio tipo di capello: ristrutturante e nutriente in caso di capello secco,  leggero e volumizzante in caso di capello grasso, e così via.

3) Strofinare i capelli bagnati nell’asciugamano: questo è uno degli errori più comuni nella cura dei capelli. Quando il capello è bagnato è più fragile e tendente alla rottura, pertanto strofinare i capelli per asciugarli non è una buona idea. Meglio utilizzare l’asciugamano per tamponare i capelli con delicatezza e procedere all’asciugatura dopo aver lasciato che l’asciugamano abbia assorbito abbastanza acqua.
4) Massaggiare con troppo vigore il cuoio capelluto: il massaggio del cuoio capelluto stimola il microcircolo cutaneo e aiuta a far crescere i capelli più forti. Tuttavia massaggiare troppo a lungo o con troppo vigore i capelli ha delle controindicazioni, soprattutto se lo facciamo ogni giorno. In caso di capello grasso, se andiamo a stimolare esageratamente il cuoio capelluto, stimoleremo anche le ghiandole sebacee, quindi i capelli si sporcheranno più facilmente. In caso di capelli lunghi o ricci, se andiamo a massaggiare con troppo vigore andremo a stressare le lunghezze che risulteranno crespe e opache. Se invece abbiamo dei capelli molto deboli, delle frizioni vigorose andranno a spezzarli più facilmente. Per tutti questi motivi, il massaggio al cuoio capelluto deve essere dolce e deve essere effettuato con movimenti profondi, evitando le frizioni esagerate. Deve anche durare un tempo ragionevole: un paio di minuti sono più che sufficienti per un buon massaggio quotidiano o frequente, senza pericolo di ingrassare i capelli.
Capelli
5) Non proteggere i capelli dal calore: il calore è uno degli elementi che danneggia maggiormente la struttura del capello. Un termoprotettivo può aiutare a ridurre i danni del calore del phon e della piastra, fermo restando che non può proteggere da situazioni estreme, quindi dovremmo cercare di utilizzare il phon e/o la piastra a una temperatura il più bassa possibile e non quotidianamente.
6) Sottoporre il capello a stress quando è bagnato: l’acqua dilata i capelli rendendoli più fragili, ecco perché spazzolare o piastrare i capelli bagnati è un grosso errore. Quando i capelli sono bagnati si possono pettinare ma con delicatezza e utilizzando un pettine a denti larghi, mentre è assolutamente sconsigliato il passaggio della piastra che deve avvenire solo sui capelli già asciugati.
7) Tenere legati i capelli per troppo tempo: legare i capelli è sicuramente pratico, tuttavia ha delle controindicazioni. I capelli che restano legati troppo a lungo (con elastici, pinze ecc…) si spezzano più facilmente. Lasciare i capelli il più possibile sciolti è sicuramente un buon sistema per mantenerli sani.

8) Utilizzare prodotti sbagliati: uno shampoo troppo aggressivo, dal pH non adeguato possono alla lunga rendere i capelli più deboli. Ma anche trattare con un unico prodotto cuoio capelluto e stelo diversi può essere problematico. Ad esempio, se si hanno capelli grassi e le lunghezze secche i due problemi andranno trattati con prodotti diversi: sarà necessario utilizzare uno shampoo purificante per detergere il cuoio capelluto con dolcezza e poi nutrire la lunghezza con un balsamo o una maschera ricca per ripristinare la morbidezza e l’idratazione.

9) Trascurare la dieta: un errore molto comune è quello di sperare di cambiare lo stato di salute dei propri capelli senza partire dalla dieta. I capelli sono composti da proteine, oligoelementi, lipidi, vitamine, aminoacidi, acqua… Una loro carenza, data da una dieta sregolata e che non apporta il giusto nutrimento, può causare debolezza, carenza di idratazione ed elasticità, e anomalie ai capelli.

10) Copiare dall’amica/o: siamo tutt* diversi e non è detto che il prodotto che ha salvato i capelli della nostra amica sia adatto a noi. Dobbiamo iniziare ad ascoltarci, ad osservare i mutamenti e le reazioni del nostro corpo, per capire di che cosa la nostra pelle e i nostri capelli hanno bisogno. Solo così sapremo individuare i cosmetici adatti a noi!

Capelli biondi

Bonus

  • Non accettare il proprio tipo di capelli: un errore tipico è quello di sperare che i propri capelli cambino. Ma quello che siamo non può essere modificato. Un capello grasso, ad esempio, non cambierà mai ciò che è, nemmeno con il miglior shampoo purificante del mondo. Può rimanere più pulito e più a lungo con il prodotto giusto, possiamo ridurre il numero dei lavaggi, ma se abbiamo i capelli grassi avremo sempre i capelli grassi (a meno che non cambino dei fattori interni o esterni – ormoni, età, ecc…). Dobbiamo quindi accettare quella che è la nostra natura, il nostro corpo e le sue caratteristiche, perché sono uniche e sono belle proprio perché ci rendono unici.
Che ne pensi?
Fai anche tu qualche errore tra questi errori comuni nella cura dei capelli?
Facci sapere nei commenti!

Lascia un commento