Carrello

Bibhitaki

Bibhitaki (Baheda)

(Terminalia bellirica, Terminalia bellerica, Myrobalanus bellirica, Belleric myrobalan)

Bibhitaki è una pianta della famiglia delle Combretaceae, che cresce in India e nel sud est asiatico. Nel subcontinente indiano è un albero piuttosto comune, che si trova spesso lungo le strade.

In sanscrito, questa pianta è chiamata Vibhita o Vibhitaka che significa “senza paura”.

Altri nomi comuni sono Baheda, Bahera, Bohora, Bayada, a seconda della zona dell’India e della lingua parlata, ma ce ne sono anche altri.

I frutti di Bibhitaki sono ricchi di proteine (40%), oli (35%), tra i quali omega-3 e omega-6 (acido linoleico), tannini, acido ascorbico (vitamina C ), fenoli come l’acido gallico, triterpeni come l’acido bellerico e il suo glucoside, il bellericoside, altri polifenoli come i lignani, saponine, b-sitosterolo.

Numerosi studi con test in vitro e in vivo hanno dimostrato che Bibhitaki ha proprietà antiossidanti, antimicrobiche, astringenti, cicatrizzanti, anticancro, antidiabete, broncodilatatorie, antipiretiche, antiipertensione, gastroprotettive ed epatoprotettive.

Le proprietà antiossidanti sono da ascrivere per lo più agli ellegitannini chebulici.

Secondo l’Ayurveda, Bibhitaki migliora la grana della pelle, ha un’azione tonica, e rinforza i capelli. È considerata una pianta keshya, ossia molto benefica per i capelli. Essendo ricchissima di antiossidanti naturali, è anche un rimedio rasayana, ossia promotore della longevità.

Bibhitaki è una componente, insieme ad Amla e Haritaki, dell’antico rimedio polierbale Triphala, promotore della longevità.

Curiosità

  • Le noci di Bibhitaki compaiono nel grande poema epico indiano Mahabharata, dove vengono usate come dadi da Shakuni, uno dei personaggi malvagi del poema. Le noci, infatti, hanno più facce e si prestano a essere utilizzate come dadi.

Ayurveda

  • Rasa (sapore): astringente (kasaya)
  • Veerya (natura): caldo (ushna);
  • Vipaka (effetto post digestivo): dolce (madhur);
  • Guna (qualità): leggero (laghu), secco (ruksha);
  • Dosha (effetto sui dosha/umori): pacifica tutti e tre i dosha, ma soprattutto pitta e kapha.

Bibhitaki lavora sui sette dhatu, i tessuti del corpo, specialmente su rasa dhatu (plasma), mamsa dhatu (tessuto muscolare) e asthi dhatu (tessuto osseo). Aiuta a pacificare tutti e tre i dosha, soprattutto il dosha kapha.

 

Sinonimi:
Baheda
« Torna all'indice degli ingredienti