Carrello

Brahmi

Brahmi

Brahmi

(Bacopa Monnieri)

Il Brahmi (Bacopa Monnieri) è una pianta Rasayana a cui l’Ayurveda riconosce innumerevoli proprietà per l’intero organismo, tra cui un’importante attività antiossidante contro i radicali liberi, antistress e ringiovanente per l’intero organismo.

A livello cosmetico, l’Ayurveda raccomanda il Brahmi per promuovere la crescita dei capelli, in caso di capelli fragili, deboli, caduta eccessiva (Khalitya), ingrigimento prematuro (Palitya), alopecia/calvizia (Indralupta).

Numerosi sono gli studi che hanno confermato la validità delle indicazioni ayurvediche.

Effettivamente il Brahmi ha la capacità di aumentare la dimensione dei follicoli piliferi (ottenendo capelli più spessi) e prolungare la fase di crescita (anagen) del ciclo del capello.

Essendo ricco di antiossidanti naturali, come flavonoidi (luteolina, apigenina), alcaloidi (brahmina, herpestina) e saponine (monnierina, hersaponina, bacoside A, A3, B), il Brahmi ringiovanisce i follicoli e rinforza la fibra capillare dalla radice alle punte.

I tannini contenuti in questa pianta svolgono un’azione antigrigio, contro il naturale incanutimento, e sono anche responsabili delle proprietà astringenti e antimicrobiche, grazie alle quali il Brahmi contrasta la forfora e il prurito.

È anche ricco di fitosteroli (stigmasterolo, sitosterolo), che aiutano a promuovere la crescita, contrastare la caduta, prevenire le doppie punte.

È dunque un toccasana per avere e mantenere capelli forti e sani.

Curiosità

  • Il nome Brahmi deriva da Brahma, il dio creatore della realtà materiale nel pantheon induista.
  • Si racconta che in India, in tempi molto remoti, i giovani studenti dei Veda, i libri sacri dell’induismo, assumessero la Bacopa Monnieri per migliorare la memoria e rendere più agevole lo studio. Questa leggenda trova un riscontro negli attuali studi scientifici. Infatti, il Brahmi è un tonico nervoso e un adattogeno (elemento che aumenta la resistenza fisica e psichica allo stress).
    Studi clinici hanno dimostrato l’efficacia dell’assunzione di Brahmi nel miglioramento della memoria e delle capacità cognitive, nella riduzione dell’ansia e dell’affaticamento da stress, e nella prevenzione dei danni cognitivi da demenza e Alzheimer. I principiali responsabili di questi effetti benefici sono le saponine, soprattutto i bacosidi, elementi isolati di recente.
    Da tutto ciò si comprende perché l’Ayurveda definisce da secoli il Brahmi un’erba “ringiovanente” e quindi rasayana.

Ayurveda

  • Rasa (sapore): astringente (kasaya) e amaro (tikta);
  • Veerya (natura): rinfrescante;
  • Vipaka (effetto post digestivo): dolce;
  • Guna (qualità): leggero;
  • Dosha (effetto sui dosha/umori): pacifica vata e kapha.

È considerato “medhya rasayan” ossia un erba benefica per il cervello, e “balya” per rinforzare il sistema immunitario.

Sinonimi:
Bacopa Monnieri
« Torna all'indice degli ingredienti